Ashtanga Yoga

Ashtanga yoga è un sistema di yoga registrato dal saggio Vamana Rishi nel Korunta Yoga, un antico manoscritto, che si dice contenesse liste di molti gruppi diversi di asana, oltre a insegnamenti altamente originali su vinyasa, drishti, bandha, mudra, e filosofia “(Jois 2002 xv). Il testo del Korunta Yoga “è stata impartita a Sri T. Krishnamacharya nei primi anni del 1900 dal suo Guru Rama Mohan Brahmachari, e fu poi tramandata a Pattabhi Jois per tutta la durata dei suoi studi con Krishnamacharya, a partire dal 1927″. Dal 1948, Pattabhi Jois ha insegnato Ashtanga yoga nella sua Shala, presso l’Istituto di Ricerca Yoga, secondo la tradizione sacra del Guru Parampara [successione di maestri] .

La definizione di yoga è “il controllo della mente”.I primi due passi verso il controllo della mente sono la perfezione di Yama e Niyama. Tuttavia, “non è possibile praticare le arti e sub-arti di Yama e Niyama, quando il corpo e organi di senso sono deboli e affetti da ostacoli e malattie”. Una persona deve prima assumere la pratica degli asana quotidiana per rendere il corpo forte e sano . Con il corpo e organi di senso così stabilizzati, la mente può essere costante e controllata.

La sincronizzazione tra respirazione e movimento tipica dell’ Ashtanga Yoga, detto vinyasa, ha la proprietà di sciogliere il sangue, di pulirlo e disintossicarlo in modo che esso possa circolare più liberamente. Il miglioramento della circolazione sanguigna allevia il dolore articolare ed elimina le tossine e le malattie dagli organi interni. Il sudore generato dal calore del vinyasa elimina le impurità dal corpo, il corpo diventa sano, leggero e forte.

Il termine Tristhana si riferisce all’unione di “tre luoghi di cura o di azione: la postura, il sistema di respirazione e l’attenzione mentale. Questi tre sono molto importanti per la pratica dello yoga, e riguardano tre livelli di purificazione: del corpo, del sistema nervoso e della mente “.

Liberamente tradotto da http://ashtanga.com/html/background.html

Comments are closed.